giovedì 31 dicembre 2009

mercoledì 30 dicembre 2009

lunedì 28 dicembre 2009

I DERBY DI LIVORNO - PARTE 6

I DERBY DI LIVORNO. Gli anni '80 sono stati, sicuramente per tutti, l'apice della pallacanestro "Made in Leghorn" con due squadre che si sfidavano per avere la supremazia cittadina nella massima serie. In questa foto un derby tra la Libertas Livorno e la Rapident Livorno (PL). Si può riconoscere anche il grandissimo Rudy Hackett (in maglia Libertas con il numero 18).

mercoledì 23 dicembre 2009

I DERBY DI LIVORNO - PARTE 4

I DERBY DI LIVORNO. Una foto storica che ha fatto il giro del mondo, esposta in un museo di Barcellona (Spagna), ed è stata scattata durante un derby di Livorno, negli anni settanta, tra la Barcas Livorno (LL) e la Pallacanestro Livorno.

lunedì 21 dicembre 2009

I DERBY DI LIVORNO - PARTE 3

I DERBY DI LIVORNO. I derby di pallacanestro a Livorno sono stati il cuore dello svilluppo di questo sport nella nostra città. Nella storica immagine un momento di un confronto stracittadino sullo stabilimento balneare dei Pancaldi-Acquaviva (sullo sfondo è possibile riconoscere anche l'albergo Palazzo). Le due formazioni sono quella dei Bagni Pancaldi e quella del Dopo Lavoro Ferrovieri.

venerdì 11 dicembre 2009

I LIBRI SULLA PALLACANESTRO LIVORNESE - 3° PARTE: "LIBERTAS LIVORNO, 40 ANNI DI CANESTRI"

AUTORI: LIBERTAS LIVORNO - ANNO DI PUBBLICAZIONE: 1988.
Il libro parla della gloriosa storia di una delle due storiche società livornesi: la Libertas Livorno.
Nel volume scrivono importanti firme del giornalismo nazionale e locale, di allora e di oggi. A firmare i capitoli sono: Dario Colombo, Gianni Decleva, Oscar Eleni, Aldo Giordani, Lorenzo Gremigni, Tullio Lauro, Renzo Marmugi, Ugo Pieri, Vinicio Saltini e Zelio Zucchi.
Toccante e commovente la presentazione di Enrico Vinci, figura di spicco della pallacanestro nazionale, allora presidente della Federazione Italiana Pallacanestro che, non solo ricorda l'importanza della Libertas, ma ricorda l'importanza che la pallacanestro livornese occupa a livello nazionale compreso l'altra società di allora la Pallacanestro Livorno.
Un libro che il popolo giallo-blù è diventato un vero e proprio cimelio.

mercoledì 9 dicembre 2009

DA DOMANI UNA NUOVA RUBRICA

Da domani inizieremo una nuovo rubrica del nostro blog. Dopo quella di "Livorno v Milano", dopo quella di "Ma guarda chi ha giocato a Livorno", in contemporanea aggiungeremo una nuovo spazio. Si tratta di "I Mitici Derby Livornesi" dove poter ripassare la storia dei derby dai primissimi sul campo del gymnasium, a quelli giocati nel "gabbione" dei bagni Pancaldi, per passare da quelli giocati sul campo di via Micali per arrivare ai gloriosi anni '80 ed il PalaAllende. Un appuntamento da non perdere.

venerdì 4 dicembre 2009

MA GUARDA CHI HA GIOCATO A LIVORNO

(Gianmarco Pozzecco con la maglia della Baker Livorno nella stagione 1993-94)
Gianmarco Pozzecco è nato a Gorizia il 15 settembre 1972. Il suo esordio nella pallacanestro che conta l'ha fatto nel 1991 con la formazione della Rex Udine che allora militava nel campionato di serie A2 (l'attuale LegaDue). Nel frattempo la formazione di Udine aveva fatto un gemellaggio con la squadra nata dalla fusione tra Libertas e Pallacanestro Livorno perché la famiglia Querci (che non è ben ricordata a Livorno per la "maledetta" fusione) aveva interessi sia nella società di Udine che in quella livornese. Per questo motivo Gianmarco Pozzecco veste la maglia amaranto della Baker Livorno nella stagione 1993-94 giocando 40 partite nella massima serie (serie A1 oggi Lega A). Alla fine della stagione partecipa ai play-out per la salvezza ma Livorno non gli vince e retrocede in serie A2. L'anno successivo, con Livorno che fallisce, Pozzecco (buon per lui!!!) lascia la costa tirrenica e si trasferisce in Brianza a Varese. Con la Pallacanestro Varese gioca dal 1994 al 2002, disputando 225 partite, vincendo lo scudetto nel 1999 e subito dopo la SuperCoppa Italiana. Sempre nel 1999 partecipa, con Varese, al McDonald's Championship (una sorta di coppa del mondo per club). Alla fine della sua avventura varesina, nell'estate del 2002, passa alla Fortitudo Bologna dove gioca 101 match fino al 2005. Nel 2005 lascia le "acquile" perché era stato messo fuori rosa dall'allenatore, e finisce la stagione in Spagna a Saragozza. Alla fine del campionato spagnola lascia il caldo della penisola iberica per trasferirsi al gelo di Mosca dove gioca nella formazione del Khimky. Firma un contratto annuale ma poi gli viene rinnovato l'anno successivo perché la formazione russa di qualifica alla competizione europea della Uleb Cup. Nel 2007/2008 torna in Italia e si accasa all'Orlandina Basket dove conclude la sua carriera di grande giocatore a tre minuti dalla fine della partita dei play-off tra Avellino e Capo d'Orlando.
Amando profondamente la pallacanestro e nutrendo da sempre la volontà di giocare assieme a suo fratello, nella stagione 2008-09, oltre a collaborare con la Gazzetta dello Sport e SKY, Gianmarco Pozzecco vestirà la casacca della Servolana Trieste, formazione partecipante al campionato di serie C regionale (ex C2).
Nel 2009 entra nei quadri societari dell'Olimpia Milano e torna a giocare in Serie C Dilettanti con la "nuova" Orlandina Basket.
Nel 2004 ha partecipato alle Olimpiadi di Atene e ha vinto la medaglia d'argento perdendo in finale contro l'Argentina.

giovedì 3 dicembre 2009

L'ULTIMA ESULTANZA DI LIVORNO

3 GIUGNO 2001: LIVORNO ESULTA PER LA PROMOZIONE IN LEGA A
E' da otto anni che a Livorno non festeggiamo qualcosa, come si può vedere dalla foto sopra. Livorno espugna il campo di Reggio Emilia con un canestro di Ken Barlow all'ultimo secondo in gara 5 della finale dei playoff di LegaDue per la promozione nella massima serie.

martedì 1 dicembre 2009

LIVORNO v MILANO - PARTE 13

LIVORNO v MILANO. Fu nel lontano 1938/39 che si disputò la prima partita tra una squadra di Livorno ed una squadra di Milano. L'incontro fu tra la formazione del Guf Milano e quella del Guf Livorno (sopra una formazione del Guf Livorno del 1935) e finì, in casa di Milano, con il punteggio finale di 24-17. Il ritorno, giocato a Livorno, che tra l'altro realizzò il record di pubblico per quei tempi, finì con la vittoria di Milano per 19-13.

giovedì 26 novembre 2009

I LIBRI SULLA PALLACANESTRO LIVORNESE - 2° PARTE: ALMANACCO DEL BASKET LIVORNESE '87

AUTORI: LORENZO GREMIGNI, CLAUDIO LIMARDI, LUCIANO DE MAJO e FRANCESCO PARDUCCI - ANNO DI PUBBLICAZIONE: 1987

E' un volume quasi simile a "C'era una volta il derby...". L'uniche due differenze che ad una prima lettura escono fuori sono quella che questo almanacco è stato scritto dieci anni prima rispetto a quello precedentemente citato e che "Almanacco del Basket Livornese '87" parte da campionati del secondo dopo guerra (1946/47), mentre "C'era una volta il derby..." parte dagli anni '30 descrivendo anche il periodo fascista di questo sport nella nostra città.
Scritto da importanti giornalisti cittadini quali Lorenzo Gremigni, Claudio Limardi, Luciano De Majo e Francesco Parducci, è uno dei pochi almanacchi, se non l'unico, che parla della pallacanestro livornese portando alla conoscenza di tutti la gloriosa storia del movimento cestistico labronico.
Un almanacco che, sulle librerie degli appassionati livornesi di questo sport, non può assolutamente mancare.

IBLOG@ILBASKETLIVORNESE.IT WWW.ILBASKETLIVORNESE.IT

venerdì 20 novembre 2009

I LIBRI SULLA PALLACANESTRO LIVORNESE - 1° PARTE: "C'ERA UNA VOLTA IL DERBY..."

AUTORI: ANDREA TICCIATI e BRUNO DAMARI - ANNO DI PUBBLICAZIONE: 1996

Un libro storico e di grandissimo valore. Un viaggio nella storia di un movimento cestistico che ha visto alti e bassi ma ha dato grandi soddisfazioni. Il volume parte dalle primissime partite negli anni '30 ed arriva fino al 1996.
Viene raccontato come nasce il movimento cestistico livornese con i primissimi derby sugli stabilimenti balneari cittadini. I primi successi delle squadre labroniche, la nascita delle società storiche, Libertas e Pallacanestro Livorno, gli memorabili di queste due società, la crescita di un'unica grande passione cittadina, l'importanza della pallacanestro femminile, i grandi campioni e le grandi campionesse, i momenti clou con l'arrivo degli anni '80 e la crescita della sana rivalità cittadina, la storica finale scudetto, la fusione tra le due storiche società cittadine (Libertas e Pallacanestro Livorno appunto), la debacle di un intero movimento e la sua faticosa rinascita.
Un libro che porta i veri appassionati di questo sport a momenti indimenticabili con l'auspicio di rivederli e riviverli in un futuro molto prossimo.

IBLOG@ILBASKETLIVORNESE.IT WWW.ILBASKETLIVORNESE.IT

mercoledì 11 novembre 2009

MA GUARDA CHI HA GIOCATO A LIVORNO


(Dante Calabria con la maglia della Bini Viaggi Livorno)

Dante Calabria John Calabria è nato Pottstown (USA), l'8 novembre 1973.
Dante Calabria ha frequentato per tutti i 4 canonici anni il prestigioso ateneo di North Carolina University, avendo anche l'onore di diventare capitano dei Tar Heels nell'ultima sua stagione. Alla corte di Dean Smith vince un titolo NCAA nel 1993 a New Orleans e nella stagione 1994-95, dopo essere stato il miglior tiratore da tre di punti di tutta la NCAA col 49,6%, perde in semifinale contro Arkansas University.
Finita l'università firma per la Bini Viaggi Livorno (esordio europeo), in A-2, dove fa una buona stagione concludendo con quasi 16 punti di media a partita. Subito torna in America, prima con i Chicago Bulls (dove gioca solo il McDonald's Open), poi nella Continental Basketball Association ( la mitica CBA) con la maglia di Fort Wayne.
Nel 1998-1999 decide di tornare a giocare in Europa e va a giocare nella massima serie francese a Digione dove segna ben 17,1 punti di media (ritornando ai tempi dell'esordio europeo a Livorno). Trascorre un altro mezzo anno in Francia, cambiando però squadra, infatti va a giocare per il Pau Orthez, dove disputa anche l'Eurolega.
Nell'anno 2000-01 torna in Italia, firma per Trieste, dove rimane per una sola stagione, allenato da Bogdan Tanjević. Cambia ancora squadra l'anno successivo, questa volta si trasferisce in Spangna, firma per Valencia, in Acb, ma a gennaio si deve fermare per un infortunio alla caviglia.
Torna a giocare a novembre dell'anno successivo, di nuovo in Italia, alla Benetton Treviso dove rimane fino a marzo, quando deve tornare negli USA per problemi di famiglia, comunque alla Benetton conquista la Coppa Italia; successivamente la Benetton vincerà anche lo scudetto. Nella stagione 2003-04 firma per l'Oregon Cantù, nel quale diventa uno dei punti di forza. Con la maglia di Cantù segna ben 14,1 punti a partita, la Supercoppa Italiana in finale proprio contro la Benetton Treviso.
La stagione successiva approda all'Armani Jeans Milano. Qui rimane per tre stagioni. In questi tre campionati con la maglia dell'Olimpia mette a segno buoni numeri segnando 13 punti di media nella prima stagione (dove la finale scudetto) e 13,8 nella seconda. Nell'ultima stagione il suo contributo è limitato per i problemi fisici che lo porseguitano e chiude con 8,4 punti di media (il peggiore risultato della sua carriera in Italia).
Nel luglio 2007 viene ufficializzato il suo passaggio alla Fortitudo Bologna, con un contratto annuale ed opzione per il successivo a favore della società.
Dopo una sola stagione con le acquile bolognesi, nell'ottobre 2008 passa alla Vanoli Soresina, nel campionato di Legadue (il secondo campionato italiano). Il 5 aprile 2009, qualche giornata prima dell'inizio dei playoff, viene messo fuori rosa dalla società di Secondo Triboldi.
Dante Calabria ha giocato il Campionato europeo maschile di pallacanestro 2005 con la Nazionale italiana, da naturalizzato.
IBLOG@ILBASKETLIVORNESE.IT WWW.ILBASKETLIVORNESE.IT

mercoledì 4 novembre 2009

LIVORNO v MILANO - PARTE 12

LIVORNO v MILANO. Come detto in precendenza, la finale scudetto del 1989 tra Livorno e Milano, è stata il massimo della rivalità che ha legato, lega e legherà le due città. In questa foto una altro momento di quella finale scudetto.

lunedì 2 novembre 2009

IL NOSTRO EX PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA CARLO AZEGLIO CIAMPI

Chi l'avrebbe mai detto? L'ex Presidente della Repubblica Italiana Carlo Azeglio Ciampi, livornese doc, oltre ad essere un grande tifoso del Livorno Calcio, da giovane è stato anche un giocatore di pallacanestro. In questa foto (tratta dal libro di Alberto Tonut) il giovane Ciampi (evidenziato con il cerchietto) nella formazione dell'Università di Pisa con il ruolo di playmaker.

mercoledì 21 ottobre 2009

giovedì 8 ottobre 2009

LIVORNO v MILANO - PARTE 7

LIVORNO v MILANO. In questa foto un altro momento di una sfida tra Livorno e Milano. La partita è Boston Enichem Livorno (LL) v Tracer Milano (Olimpia). I giocatori sono Rod Griffin (LL) e Ken Barlow (Olimpia) futuro giocatore del Basket Livorno.

mercoledì 7 ottobre 2009

LIVORNO v MILANO - PARTE 6

LIVORNO v MILANO. Le sfide tra le squadre delle due città hanno segnato il corso della pallacanestro italiana, nel bene e nel male. In questa immagine la formazione della Livorno Pallacanestro (che poi diventare attraverso vari passi la storica Pallacanestro Livorno) impegnata in una trasferta in terra milanese contro la Simmenthal.

lunedì 5 ottobre 2009

LIVORNO v MILANO: LA SFIDA INFINITA

Livorno contro Milano è stata una delle grandissime sfide degli anni '80. Ma anche il passato è stato ricco di accessi incontri in cui le squadre delle due città hanno dato vita ad infuocati match.

IBLOG@ILBASKETLIVORNESE.IT - WWW.ILBASKETLIVORNESE.IT

mercoledì 23 settembre 2009

LIVORNO v MILANO - PARTE 4

LIVORNO v MILANO. Una vecchia immagine che mostra che il confronto tra Livorno e Milano risale al passato. In questa foto un momento di una partita fra SIMMENTHAL MILANO (le mitiche scarpette rosse) e la formazione del LIVORNO PALLACANESTRO nella stagione 1957-58 del massimo campionato italiano.

martedì 22 settembre 2009

LIVORNO v MILANO - PARTE 3

LIVORNO v MILANO. Veramente è la grande classica della pallacanestro italiana. In questa foto BILL "CHINA" ALLEN (FARGAS LIVORNO - LL) conclude a canestro in una partita al vecchio "palazzettino" contro la SIMMENTHAL MILANO (le mitiche scarpette rosse).

venerdì 18 settembre 2009

giovedì 17 settembre 2009

mercoledì 17 giugno 2009

venerdì 12 giugno 2009

UN PEZZO DI STORIA RECENTE

UN TIRO CHE ENTRERA' NELLA STORIA DELLA PALLACANESTRO - 3 GIUGNO 2001: KEN BARLOW SEGNA, NEL FINALE, IL CANESTRO DEL SORPASSO IN FACCIA A SANDRO DELL'AGNELLO (LIVORNESE DOC E FUTURO ALLENATORE DEL BASKET LIVORNO) CHE REGALA LA PROMOZIONE A LIVORNO IN LEGA A DOPO ANNI DI AGONIA.

mercoledì 3 giugno 2009

A LIVORNO A GIOCATO ANCHE "SUGAR"

E' stato un grande americano della pallacanestro italiana vestendo con onore la maglia della Virtus Bologna (sponsorizzata Knorr) dal 1988 al 1991. E' stato un grande della Nba giocando in franchigie importanti come New York Knicks, Golden State Warrios e New Jersy Nets facendo innamorare tutte le platee della NBA. Purtroppo la sua carriera nei "Pro" americani non è durata tanto visto che è stato poi espulso perché usava sostanze stupefacenti. Michael Ray "Sugar" Richardson ha vestito la maglia di Livorno in due momenti diversi. Dal 1992 al 1994 giocando nella Baker Livorno (foto sopra) deliziando la platea labronica in due stagioni che, purtroppo, non sono state felici per vari motivi. Nel 1999-2000 torna a giocare a Livorno, dopo una parentesi ad Antibes (1994-1997) ed a Forlì (1998-1999), ma giocando solo 12 partite per poi ritornare ad Antibes dove ha concluso la sua brillante carriera.
Adesso ha intrapreso la carriera di allenatore nelle leghe minori statunitensi. Dal 2004 al 2007 è stato head coach degli Albany Patroons e dal 2007 è head coach degli Oklahoma Cavalry.
Peccato che ha giocato nella fusione perché non ha potuto godere della vera e grandissima passione che regnava nella pallacanestro livornese quando in città esistevano due grandissime squadre.

martedì 26 maggio 2009

MA GUARDA CHI HA GIOCATO A LIVORNO

Oggi parliamo di Lee Johnson. Anche lui, come Zan Tabak, è passato da Livorno solo per un breve periodo, 1 anno.
E' stato un grande giocatore americano che ha lasciato il segno in qualsiasi parte d'Europa in cui ha giocato, tranne che a Livorno.
Appena uscito dal college viene scelto con il numero 17 nel primo giro del draft Nba del 1979 (lo stesso draft in cui viene scelto Erving "Magic" Johnson) dagli Houston Rockets. La sua carriera però è iniziata in Italia nella stagione 1979-80 nell'allora Sebastiani Rieti giocando 26 partite. Poi inizia la sua breve carriera Nba. Nel 1980 veste due maglie: quella degli Houston Rockets con cui gioca 10 partite, e quella dei Detroit Pistons giocando solo 2 incontri. Nella stagione 1980-81 veste la maglia di una squadra minore americana quella degli Rockester Zeniths.
In estate ritorna nel vecchio continente, di nuovo in Italia, e veste la maglia del Basket Napoli dal 1981 al 1984. Nel 1985 si trasferisce in Israele ed indossa la gloriosa divisa del Maccabi Telaviv fino al 1987. Con il Maccabi disputa anche la finale di Coppa dei Campioni contro la Tracer Milano. In Israele è stato notato dai dirigenti della Libertas Livorno (targata Enichem) che decidono di portarlo di nuovo in Italia. Nella stagione 1987-88 veste un'altra gloriosa maglia quella della Libertas. Purtroppo a Livorno ha avuto più bassi che alti e non lascia quel segno che tutti i tifosi e i dirigenti avevano sognato. Nella stagione successiva si trasferisce in Francia. Nel 1988-89 gioca a Parigi nella formazione del Racing. Nel 1989 si trasferisce ad Antibes dove disputa, fino al 1993, 4 campionati con la squadra dell'Olympique prima di ritirarsi nell'estate del 1993.

venerdì 22 maggio 2009

QUANDO DELL'AGNELLO STOPPO' MOSES MALONE

Sandro Dell'Agnello, attuale allenatore del Basket Livorno, gioiello di casa Pielle che stoppa la star dei Philadelphia 76ers Moses Malone in una amichevole giocata al palazzetto dello sport di via Allende tra la Pallacanestro Livorno (allora sponsorizzata Rapident) e una selezione dei giocatori NBA tra cui era presenta anche la star dei 76ers.